• Pubblicata il:
  • Autore: NUNZIA
  • Categoria: Racconti trav
  • Pubblicata il:
  • Autore: NUNZIA
  • Categoria: Racconti trav

MIO MARITO E' UNA TRAV...!!!

MIO MARITO E' UNA TRAV...!!!

Io e mio marito siamo sposati da 19 anni e abbiamo due figli, maschio e femmina, che ne hanno rispettivamente 18 e 15.
Come tutte le coppie che resistono nel tempo, siamo passati tra alti e bassi, però non ci siamo mai separati e, sono sicura per me e anche per lui, neanche mai traditi con altri partner. Ma è inutile negare che, dopo tanto tempo, la nostra vita sessuale è molto scarsa.
Lui è buono, premuroso e lavora come capocantiere per un'impresa edile di Catania. Io faccio la cameriera stagionale e insomma, anche con la crisi, siamo sempre riusciti a tirare avanti.
10 mesi fa, per puro caso, sono tornata a casa prima del previsto e l'ho trovato davanti allo specchio dell'armadio in camera da letto. Il lettore CD suonava a tutto volume "La vie en rose" e non si era accorto del mio arrivo. Indossava un mio reggiseno push up, una mia camicetta, una mia minigonna e un paio di mie calze a rete. Le mutande e le scarpe no, perchè erano di una taglia troppo piccola per lui. Aveva i capelli stirati col gel ed era truccato da donna con fard, rossetto, ombretto e matita per gli occhi. E sculettava ripetendo le parole della canzone. Sono rimasta allibita! Gli ho urlato contro: "Ma che minchia stai facendo?" e gli ho chiesto spiegazioni. Speravo in un travestimento per il carnevale di Misterbianco (CT), ma lui ha confessato di coltivare da anni questo vizietto, anche se non l'aveva mai messo in pratica perchè amava me e i nostri figli. Io provavo schifo e vergogna allo stesso tempo, e ho subito pensato alla separazione e al divorzio.
La sera stessa, l'ho mandato a dormire sul divano del salotto, dicendo ai ragazzi che non sopportavo più il suo rumorosissimo russare.
Durante le due settimane seguenti, abbiamo taciuto coi figli e condotto una vita normale. L'unica differenza era che lui dormiva in salotto, tutto il resto non era cambiato. Pensavo: "In fondo, lui non mi ha mai tradito; i nostri figli non sono ancora autonomi; anch'io sono insoddisfatta del nostro menage sessuale; vale la pena di sfasciare la famiglia o è meglio tentare di usare il suo "vizietto" per "unire l'utero al dilettevole", cioè risvegliare i nostri desideri erotici?"
Gli ho parlato, e insieme abbiamo scelto la seconda strada. Nel segreto della camera da letto, avremmo giocato anche a ruoli invertiti. Lui donna, trucco pesante, parrucca, rasato e depilatissimo ovunque, con reggiseno imbottito e tanga copricazzo, Io, uomo coi capelli nascosti dentro a un berretto tipo Vasco Rossi. Munito di baffi finti, copriseno e cintura fallica.
Le prime prove sono andate così così. Dopo 19 anni di matrimonio, era difficile immedesimarsi nel contrario di se stessi e, a volte, ci veniva da ridere. Alla fine, io inculavo lui con vaselina e cintura fallica, poi lui scopava me alla pecorina.
C'è voluto un po' di tempo però, come due attori, pian piano ci siamo estraniati dai nostri ruoli e siamo diventati due estranei un po' perversi e un po' cattivi. Ecco un esempio del'ultima performance.
Lei era sul letto, nuda dall'ombelico in giù, e fingeva di dormire sdraiata sulla pancia. Io sono entrato come se fossi un ladro e le ho accarezzato le cosce e i glutei. Lei si è svegliata e stava per chiedere aiuto, ma le ho tappato la bocca e le ho dato un forte schiaffo. Quando si è calmata, le ho ficcato la lingua in gola, l'ho riempita di leccate oscene e le ho strappato via il tanga strofinando la cintura fallica sul suo culo. Lei cercava di allontanarmi e di afferrare il telefono sul comodino, ma in realtà si stava eccitando perchè sentiva il cazzo di silicone vibrante cosparso di vaselina che le assaggiava l'ano per pochi centimetri e poi si ritraeva.
Dopo qualche minuto di lotta, ho staccato il telefono, le ho dato un altro schiaffo in faccia, l'ho afferrata per i fianchi, le ho infilato il finto uccello e l'ho inculata con decisione. Era già successo tante volte, ma questa era speciale perchè io mi sentivo davvero maschio e lei davvero femmina. Tante coppie usano un vibratore con cui lei fa godere lui, però restano nel ruolo di genere, lei donna e lui uomo. Noi invece abbiamo superato questo limite. Con i travestimenti e la scenografia, anche se solo per una/due ore, col tempo siamo diventati l'opposto, provando una parte delle emozioni dell'altro.
Lei ha raggiunto un orgasmo anale in fretta e io le ho pompato un surrogato di sperma schiacciandomi le palle (quelle finte, che fanno da serbatoio). Poi mi sono messo a quattro zampe e ho atteso il suo cazzo ancora duro che, diversamente dalla solita pecorina, con un po' di vaselina mi è entrato nel culo senza far male e mi ha montato a lungo facendomi godere come quando, da fidanzati, facevamo con gusto i nostri esperimenti sessuali.
Adesso facciamo sesso una/due volte a settimana, ci sentiamo più soddisfatti e perfino ringiovaniti. Lo consiglio a tutte le coppie in crisi per colpa della "solita minestra".
Ma chi ha detto che solo gli uomini vanno con le trav?

Vota la storia:




Non ci sono commenti

Per commentare registrati o effettua il login

LOGIN
REGISTRATI

Errore

Hai dimenticato la password? Errore
Attendere prego
Registrati ora!